Home

Storia dei raporti diplomatici bilaterali

I rapporti ufficiali romeno-italiani risalgono alla seconda metà dell’Ottocento, nei decenni seguenti al raggiungimento dell’unità nazionale. 

Il 21 aprile/3 maggio 1873 fu aperta la prima agenzia diplomatica romena a Roma, divenuta in seguito rappresentanza diplomatica della Romania nel Regno d’Italia per la Legge del 2/14 febbraio 1879.

Il 24 novembre/6 dicembre 1879 Italia riconobbe l'indipendenza della Romania e nominò il conte Giuseppe Tornielli-Brusati di Vergan in qualità di Inviato straordinario e ministro plenipotenziario a Bucarest; in risposta, il 3/15 febbraio del 1890, la Romania nominò Nicolae Kretzulescu quale Inviato straordinario e ministro plenipotenziario a Roma.

I rapporti politico-diplomatici romeno-italiani nel corso del XX° secolo furono condizionati da fasi alterne che dimostravano tutta la loro dipendenza dagli sviluppi della politica internazionale e dalle scelte compiute dai governi dei due paesi in funzione dei loro obiettivi e interessi nazionali.
Nel secondo dopoguerra, soprattutto negli ultimi decenni della guerra fredda, Romania e Italia riuscirono - malgrado la diversità dei sistemi politici, l’appartenenza a due blocchi diversi e le scelte di politica estera - a trovare punti in comune grazie anzitutto alla reciproca consapevolezza di avere legami storici e culturali irrinunciabili. Il 9 marzo 1964 i governi della Romania e d'Italia adottarono la decisione di elevare le rispettive missioni diplomatiche di Bucarest e di Roma al rango di Ambasciata. 

Dopo la caduta del regime in Romania e i grandi cambiamenti che seguirono alla fine della guerra fredda, Romania e Italia si ritrovarono entrambe in quell’Europa di cui hanno fatto sempre parte integrante, storicamente e culturalmente, pronte a cogliere le nuove occasioni per un grande rilancio dei loro rapporti. Un nuovo Trattato di Amicizia e Collaborazione fu firmato a Bucarest il 23 luglio del 1991 e le eccellenti relazioni bilaterali furono sancite dalla Dichiarazione Congiunta sul Partenariato Strategico firmata il 17 aprile 1997 a Roma.

Le relazioni tra Romania e Italia negli ultimi due decenni, soprattutto da quando la Romania ha aderito alla NATO ed è diventata membro dell’Unione Europea, sono caratterizzate da grande intensità, sia sul piano del dialogo politico, sia per quanto riguarda la collaborazione economico-commerciale e si sviluppano nell’ambito della Dichiarazione di Partenariato Strategico Rafforzato, firmata dai rispettivi ministri degli esteri il 9 gennaio 2008 a Bucarest.

 

Rappresentanza
S.E. Sig. George Gabriel Bologan, Ambasciatore straordinario e plenipotenziario di Romania nella Repubblica Italiana
S.E. Sig. Marco Giungi, Ambasciatore straordinario e plenipotenziario della Repubblica Italiana in Romania

Visita di lavoro dell'ambasciatore George Bologan nella Regione Lombardia

02/24/20

L’ambasciatore di Romania in Italia, George Bologan, si trova in questi giorni in una visita di lavoro nel nord Italia. In Lombardia, il capo della missione…

Partecipazione della Romania alla XI° edizione del Festival del Film Francofono di Roma

02/21/20

La Romania partecipa alla XI° edizione di FRANCOFILM – il Festival del Film Francofono di Roma, con la proiezione del film ”Mo”, diretto da Radu…

Firma di una convenzione di collaborazione con l'Istituto "Ezio Vanoni" di Vimercate

02/20/20

Dal 24 febbraio al 1 marzo, un gruppo di alunni dell'Istituto di Istruzione Superiore "Ezio Vanoni" di Vimercate farà un viaggio d'istruzione in Romania,…

Apertura del Campionato Europeo di Lotta Senior a Roma

02/11/20

PalaPellicone ad Ostia ospita nel periodo 10-16 febbraio 2020 il Campionato Europeo di Lotta dei Senior, con la partecipazione di più di 40 paesi, tra i…

        ​